Crea sito

di Redazione

La puntata di Turista in Italia è visibile a questo link 

 

Civita di Bagnoregio è un luogo magico, surreale, fantastico, situato sulla vetta di un’altura di tufo e raggiungibile solo attraverso uno stretto ponte pedonale dal quale si gode di uno dei panorami più spettacolari di tutto il Lazio.

Soprannominata la città che muore, per via della costante erosione delle rocce di tufo su cui si trova, questa cittadella a metà strada tra Orvieto e il lago di Bolsena ha origini etrusche e medioevali. Sospesa nel tempo e nello spazio, Civita di Bagnoregio è senza dubbio uno dei borghi italiani più belli e caratteristici.

Civita di Bagnoregio ha origini etrusche.  La città a quei tempi era costituita da un solo agglomerato urbano e sul luogo dell’attuale Civita era situata l’acropoli con i templi e il foro, centro della vita civile e religiosa dell’intera urbe, mentre dove ora si trova Bagnoregio sorgeva l’abitato di Rota.

Racchiuso tra i due fiumi del Rio Chiaro e del Rio Torbido, circondato e protetto dalla Valle dei Calanchi, questo piccolo altopiano si trovava in una posizione assolutamente strategica. Inoltre la presenza della vicina foce del fiume Tevere costituiva un’importante via commerciale e di comunicazione.

Una volta superato il ponte, il primo importante monumento che si incontra  è la Porta San Maria, sormontata da una coppia di leoni che artigliano due teste umane, simbolo dei tiranni sconfitti dai bagnoresi.

Più avanti la via San Maria si apre nella piazza principale, dove si può ammirare la chiesa romanica di San Donato restaurata nel XVI secolo. Qui sono custodite opere davvero interessanti come lo stupendo Crocefisso ligneo quattrocentesco della scuola di Donatello, e un affresco della scuola del Perugino.

I palazzi rinascimentali dei Colesanti, dei Bocca e degli Alemanni si alternano  nelle viuzze con le tipiche case basse con balconcini e scalette esterne tipiche dell’architettura medioevale.

Per chi volesse approfondire la meta consigliamo la guida Civita di Bagnoregio, la città che muore

Il magico borgo di Civita di Bagnoregio raccontato in una pratica guida multimediale arricchita con riprese cinematografiche, foto ed illustrazioni che ripercorrono il territorio, la storia, l’arte e le tradizioni della “città che muore”. Parole e immagini si fondono in un’indimenticabile esperienza per mantenere vivo nel tempo tutto il fascino di un luogo destinato a scomparire. A corredo della guida uno spettacolare filmato in DVD che vi consentirà di rivivere comodamente da casa l’incantevole atmosfera di un luogo unico al mondo.

In questo contenuto è  presente un link di affiliazione

Trovaeventinews è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Civitavecchia,  n 3 del 06/08/2020. Tutti i contenuti sono sottoposti a copyright